29 giugno 2007: il debutto del primo iPhone 2G EDGE

29 giugno 2007, son passati da allora 8 anni dal debutto del primo iPhone 2G Edge nel mercato degli Stati Uniti. Nato con il chiaro intento di mettere a disposizione sia il touch screen che il multi-touch su un dispositivo in grado di interagire con un pc, senza mouse e tastiera, l’iPhone è diventato con gli anni un prodotto dal successo planetario, sostituendo anche iPod come dispositivo di rappresentazione del core business aziendale.

iPhone 2G EDGE

Steve Jobs, nella conferenza di apertura del MacWorld in California, definiva iPhone 2G EDGE come un iPod, un cellulare ed un internet mobile communicator, 5 anni avanti alla concorrenza. L’hardware dell’iPhone 2G EDGE per quei tempi era di tutto rispetto: display da 3,5 pollici multitouch, risoluzione di 320×480 pixel, processore Apple A1, fotocamera da 2 megapixel, taglio di memoria interna da 4 GB, 8 GB e 16 GB e sistema operativo basato su OS X. Era una versione adeguata al dispositivo mobile che nel 2008 venne rinominata iPhone OS. Solo nel 2010, venne nominata iOS.

Illo tempore, non mancarono le critiche al primo iPhone: la tastiera virtuale per l’inserimento del testo non convinceva, per via dell’assenza di ritorno tattile dei tasti premuti; in assenza di wi-fi, la rete telefonica con protocollo EDGE garantiva una  navigazione frustante, in quanto inferiore a qualsiasi connessione UMTS. Anche la mancanza di componenti presenti in alti telefoni, come lo slot della memory card, il trasferimento dei file via Bluetooth, l’uso delle suonerie in formato mp3, le lacune nella gestione degli SMS non erano viste di buon occhio.

Inizialmente, poi l’iPhone 2G EDGE negli USA poteva essere utilizzato solo con contratto  biennale AT&T. Bisognò attendere il febbraio del 2011 per il contratto Verizon e per l’acquisto del telefono senza contratto.

Era il 29 giugno 2007 e, a distanza di 8 anni, sappiamo tutti come è andata a finire. Buon anniversario, iPhone!

Amante della tecnologia e appassionato di smartphone di tutti i tipi. Si diverte a scoprire nuove ed interessanti applicazioni e soprattutto rimane aggiornato sui temi più scottanti relativi ad Apple.