Riduzione connessione dati su iPhone: ecco gli accorgimenti da seguire

Quanti di voi hanno un piano dati illimitato su iPhone? Scommetto pochissimi. Perciò, se non volete utilizzare tutta la connessione 3G/4G disponibile, prima della fine mese, è opportuno prendere in considerazione alcuni accorgimenti per ridurre la quantità di dati utilizzata dal vostro iPhone.

Riduzione connessione dati su iPhone

Prima di segnalarveli uno ad uno, precisiamo due cose: la prima è che ci riferiamo dei dati inerenti al piano internet e non alla commessione wi-fi; il secondo è che con l’avvento di iOS 9, gli utenti, a parità di ore di utilizzo, consumeranno più connessione dati. Il motivo? Checché me dica Apple, con Assistenza Wi-Fi, quando il segnale wireless è scarso, si registra il passaggio automatico alla connessione dati. Ergo, è scelta saggia controllare che Assistenza Wi-Fi sia disattivato.

Vediamo ora, come anticipato, gli accorgimenti da seguire per la riduzione connessione dati su iPhone:

Accorgimento I -> spegnimento della connessione dati: senza ombra di dubbio la soluzione più immediata, in quanto i dati mobili vanno attivati solo quando è necessario

Accorgimento II -> modifica delle impostazioni dell’iPhone: seguendo il percorso “Impostazioni” > “Telefono” accedere ai contatori dell’utilizzo dati. Qui vi è una lista di app che possono impiegare la connessione dati. Di default sono abilitate tutte le applicazioni. In ogni caso, potete procedere alla loro disattivazione in riferimento alla connessione dati. In questo modo, le suddette applicazioni potranno utilizzare la connessione wireless soltanto. Naturalmente, ove disponibile.

traffico dati iPhone

Accorgimento III -> modifica delle impostazioni delle applicazioni: soluzione assai pratica, per ciò che concerne la riduzione connessione dati su iPhone, visto che vi sono diverse app che hanno impostazioni proprie, perfettamente in grado di limitarsi all’utilizzo del solo wi-fi. Dropbox è un esempio. Ma non è il solo.

Accorgimento IV -> disabilitazione dell’aggiornamento delle app in background: l’aggiornamento automatico delle applicazioni, noto anche come “Background App Refresh” è una novità risalente ad iOS 7. Il vantaggio di quest’opzione? La possibilità di permettere alle applicazioni accese in multitasking di essere abilitate come se venissero utilizzate. Attenzione massima, però, che se queste applicazioni non vengono aperte con una certa frequenza, c’è il rischio di sprecare connessione dati. Per risolvere il problema, comunque, è sufficiente seguire il percorso “Impostazioni” > “Generali” > “Background App Refresh” e disattivare l’opzione o alternativamente agire sulle applicazioni d’interesse, affinché non si aggiornino in background.

Conclusioni: come potete notare, Apple fornisce tutta una serie di importazioni in grado di limitare la connessione dati su iPhone. Peccato solo che visualizzare quanta connessione dati sia stata utilizzata è tutt’altro che cosa semplice, visto che occorre seguire il percorso “Impostazioni” > “Telefono” > “Utilizzo Dati”. Qui, sono visibili due contatori che mostrano nel “periodo attuale” la quantità di dati utilizzati dall’ultima volta che è avvenuto il reset delle statistiche. Per l’occasione, sono molti gli utenti che, per avere un’idea più chiara sul consumo della connessione dati, ogni volta che inizia il mese.

Oltre al contatore Apple, alcuni operatori telefonici, tramite la loro applicazione, lasciano un traccia sul consumo dei dati. In ogni caso, a ridosso della soglia limite, urge prestare la massima attenzione.

Amante della tecnologia e appassionato di smartphone di tutti i tipi. Si diverte a scoprire nuove ed interessanti applicazioni e soprattutto rimane aggiornato sui temi più scottanti relativi ad Apple.