Apple TV 4: i preordini al via dal 28 ottobre. Lo conferma Tim Cook

Dopo aver parlato di Apple Music, in occasione dell’intervista rilasciata nel corso della conferenza a WSJDLive, Tim Cook si è soffermato anche su Apple TV 4, il nuovo media center con cui si proverà a rilanciare un business mai accolto positivamente dagli utenti. Ecco quindi i punti salienti espressi dal CEO della Apple.

Apple TV

In riferimento ai paesi della prima ondata (se ne contano 80 e, a differenza di iPhone, fra questi figura anche l’Italia), i preordini partiranno il 28 ottobre e le spedizioni verranno avviate alla fine della prossima settimana. Riuscirà il nuovo box tv ad invertire le tendenze? A Cupertino ci sperano. Per dare il la ad un nuovo tipo di esperienza televisiva, l’upgrade hardware è stato importante, come dimostra la presenza del processore Apple A8 a 64-bit e della RAM da 2 GB. I tagli di memoria interna di Apple TV saranno da 32 GB o da 64 GB, spazio sufficiente per l’installazione di applicazioni e di giochi dall’App Store. I fan della Apple attendono con ansia il debutto di tvOS, il nuovo sistema operativo evoluto che supporterà il download dei contenuti d’interesse dall’App Store.

Menzione speciale la meritano di sicuro la connettività 10/100Mbps Ethernet, l’HMDI, il Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac e la risoluzione di 1080p.

La nuova Apple TV presenterà Remote, un nuovo telecomando contraddistinto di superficie sensibile al tocco, di giroscopio, di accelerometro (l’esperienza utente dovrebbe essere simile alla Wii) e, per velocizzare la maggior parte delle azioni quotidiane, potrà contare su Siri, anche se il software di assistenza vocale, almeno inizialmente, non sarà attivo in Italia. Apple TV sarà disponibile al prezzo di 179 euro (versione 32 GB) e di 239 euro (versione da 64 GB). Remote costerà 89 euro.

Insomma, la nuova Apple TV sarà molto più della classica televisione. Tim Cook, infatti, non ha lesinato critiche al settore televisivo attuale, definendolo pieno di difetti. Apple TV 4 si pone l’obiettivo di modernizzarlo. Vedremo se l’azienda californiana centrerà anche quest’obiettivo.

Amante della tecnologia e appassionato di smartphone di tutti i tipi. Si diverte a scoprire nuove ed interessanti applicazioni e soprattutto rimane aggiornato sui temi più scottanti relativi ad Apple.