La casa di Steve Jobs diventa un luogo storico protetto

Nel mese di Settembre iniziavano a diffondersi le prime anticipazioni, ora invece tutto si è trasformato in realtà: la casa di Steve Jobs è diventata ufficialmente un sito storico protetto. A darne la conferma è stata la commissione storica Los Altos, la quale ha preso la decisione di proclamare la casa dell’ex CEO di Apple come luogo protetto: fatto fortemente favorito dall’unanimità assoluta da parte dei votanti della Commissione.

La proprietà si trova attualmente a Los Altos, in California, ed è proprio quella che vedete raffigurata nella piccola galleria fotografica presente sopra queste righe.
A questo punto la Commissione e il consiglio comunale locale dovranno esaminare eventuali richieste di rinnovo o di modifica della proprietà in futuro. Ecco quanto è stato dichiarato da alcune fonti straniere che hanno seguito da vicino questo importante avvenimento:

“L’umile casa dove Steve Jobs costruì alcuni dei suoi primi computer è stata ufficialmente aggiunta, lunedì notte, ad un elenco storico, come proprietà situata a Los Altos. Il voto per questa decisione è il risultato di uno sforzo di due anni compiuto dalla Commissione. Il Presidente Frank Vescovo ha elogiato il lavoro svolto dai colleghi e dal personale della città, che comprendeva numerose ricerche ed una accurata valutazione immobiliare.

La decisione di trasformare la proprietà in un sito storico è ovviamente dovuta all’importanza dell’uomo che rimase per anni nella casa in oggetto: Steve Jobs, il quale trasformò il garage dell’abitazione in un laboratorio nel quale, assieme a Steve Wozniak, il grande genio visionario ebbe la possibilità di dar vita ai primi computer Apple della Storia.

[via]

Un ragazzo appassionatissimo di tutto ciò che riguarda il mondo Apple. Ama scrivere, in particolare per giornali, blog o siti web. Possiede molti prodotti contrassegnati dalla tanto famosa mela morsicata, un'azienda che ritene essere tra le migliori al mondo.